CALCIO FEMMINILE SERIE C: Matera CDS non fa drammi

La sconfitta contro il forte Chieti, primo in classifica indiscusso, non impensierisce più di tanto le materane che, seppur con un passivo pesante, navigano in zone tranquille con un margine rassicurante sul gruppo di coda.

Attenzione però a non far diventare un alibi il non avere l’acqua alla gola perché la classifica è in continuo mutamento e tutte le squadre si sono attrezzate per conservare la categoria. Il discorso salvezza dunque resta assolutamente un traguardo da conquistare giornata dopo giornata.

Ora il campionato delle biancazzurre di mister Lanzolla diventa leggermente più abbordabile con la trasferta a Catania, terzultimo e il recupero a Lecce.

Inversione di rotta, questo l’imperativo categorico che le ragazze lucane dovranno attuare già a partire dalla prossima gara.

Certo, quanto fatto fino ad ora è comunque un miracolo per una neopromossa proveniente dall’Eccellenza lucana. Quindi onore al merito ma vietato mollare e soprattutto vietato adagiarsi.

Per quanto riguarda la gara contro il Chieti il rammarico è quello di non essere scese in campo con la giusta determinazione. Da subito infatti le biancazzurre sono apparse impacciate e con qualche timore reverenziale. Un pizzico di fortuna in più e Sesto avrebbe anche potuto pareggiare i conti a metà primo tempo e la partita avrebbe potuto prendere una piega diversa. Un Chieti forte ma sicuramente, a dispetto del punteggio, non irresistibile e con la formazione al completo, le ragazze di mister Lanzolla avrebbero potuto osare un po’ di più. Chieti apparso da subito più ordinato e con idee di gioco consolidate. Il forcing iniziale ha portato i suoi frutti ma allo stesso tempo le neroverdi sono apparse vulnerabili nella metà campo, alle ripartenze materane che non sono state, per imprecisione e precaria condizione atletica delle lucane, concretizzate in realizzazione.

Alcune imprecisioni nei disimpegni delle materane hanno favorito le ripartenze neroverdi da cui sono scaturite le lunghe fasi attacco e, anche se per quanto visto in campo la differenza era evidente, con una gara più accorta e con la giusta dose di cattiveria l’epilogo avrebbe potuto assumere connotati diversi.

Matera CDS-Chieti

Un plauso comunque alle materane che, in condizione fisica non eccellente, hanno onorato la causa. La salvezza è ampiamente alla portata ma bisogna tornare alla vittoria quanto prima.

Secondo Federica Calandro, forte difensore biancazzurro, il timore non c’è stato e ai microfoni di Lucaniasport ha fatto il punto della situazione:

“Sapevamo di dover affrontare una delle migliori squadre del nostro girone, tutto ciò non ci ha fatto entrare con il timore anzi fino alla fine abbiamo cercato di dare il massimo senza mai arrenderci.
È stata una partita caratterizzata da tante azioni salienti, tanti salvataggi e credo che se questa partita fosse stata giocata prima di questo stop di feste natalizie il risultato non sarebbe stato lo stesso ma noi continueremo a lavorare e ad allenarci duramente per tornare a portare punti a casa. La classifica non ci deve influenzare, ogni partita per noi deve essere una finale e quindi vincere a tutti i costi per racimolare quanti più punti. Alla fine del campionato tireremo le somme”.
Il mio infortunio mi ha lasciata ferma solo una settimana poi sono rientrata più forte di prima, con la voglia di continuare a far bene alla squadra”
.

Federica Calandro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...