Home

  • ECCELLENZA: Matera CDS festeggia

    di Giuseppe Casamassima

    Il Città dei Sassi Matera festeggia la promozione in Eccellenza Lucana.
    Davanti ad una platea di pubblico di altre categorie, erano più di mille persone accorse al XXI Settembre, il Città dei Sassi può finalmente festeggiare il salto in quella Eccellenza inseguita sin dall’inizio, sfuggita nella promozione diretta, ma riagguantata nello spareggio dei play Off.
    Prosegue quindi a Matera l’onda lunga dei festeggiamenti, prima con la USD Matera Grumentum in serie D e adesso in Eccellenza con il CDS. Ha colpito l’ottima organizzazione nel presentare questa finalissima. Nella settimana che ha preceduto l’incontro con il Tricarico, le strade vicino al XXI Settembre si sono vestite a festa. Lo stadio è stato riempito di cartellonistica di sponsor e soprattutto da bambini e famiglie che hanno tifato per tutti i 95 minuti la squadra di casa. Entusiasmo alle stelle della cittadinanza che dovrebbe nei prossimi giorni avere riconoscimenti istituzionali da parte dell’amministrazione per queste due splendide realtà calcistiche che si sono affermate in questo anno difficile per tanti motivi (Pandemia e in ultimo guerra).
    Adesso la macchina comunale e relativi amministratori dovrebbero intensificare le loro attenzioni sulla questione stadio dove necessita un restyling al più presto in vista della nuova stagione che vedrà impegnate al XXI Settembre due squadre cittadine.
    L’ideale per la città di Matera protrebbe essere una convergenza dei due presidenti verso un unico progetto calcistico, rivolgendo le proprie mire ad un allargamento dirigenziale ampliando i quadri societari costruendo una piattaforma economica per disputare il prossimo campionato di serie D con prospettive lungimiranti e cercare di portare il Matera nella categoria che ha lasciato appena tre anni fa. Aspetto molto importante che coinvolgerebbe tutta la tifoseria materana per ramificare un unico club e proseguire insieme nella crescita calcistica materana. Il detto l’unità fa la forza vale sempre!
    E’ passato un mese dalla promozione in serie D, da domani sarà utile ed opportuno cominciare a parlarsi con chiunque vuole bene i colori biancoazzurri anche perché la piazza materana aspetta con ansia di cominciare a sentir parlare di calcio mercato. Con queste due promozioni potrebbero aprirsi diversi scenari. Da valutare tanti aspetti delicati prima di scoprire le carte. Allo stato attuale oltre alle tante ipotesi, di certo si susseguiranno riunioni e incontri per il tassello societario di Antonio Petraglia. Intanto, come detto sopra, i tifosi e gli sportivi materani restano alla finestra in attesa di buone nuove. L’idea di una nuova fusione per dare alla Città dei Sassi una squadra unica non va del tutto abbandonata.

  • SERIE D: dai playout il verdetto di Eccellenza e Promozione

    Lavello-Rotonda atto 2. Dopo l’ultima partita di campionato che ha visto vincere i gialloverdi nel derby lucano si ripete. Questa volta alla lotteria dei playout,drammatici perché una delle due dovrà tornare in Eccellenza.

    La retrocessione ufficiale di una lucana comporta alcuni verdetti, soprattutto in Promozione. Ma andiamo per ordine

    In Eccellenza confermate le due retrocessioni di Latronico e Real tolve.

    In Promozione saranno due le promozioni in Eccellenza e non più 3 come auspicato a metà campionato. Angelo Cristofaro e Matera CDS mentre il Tricarico resta in Promozione. Tre le retrocessioni confermate: Miglionico,Libertas Montescaglioso e Peppino Campagna. Tutto invariato in Prima Categoria.

  • MATERA, LA CITTÁ RIPARTE DALLO SPORT

    Anno calcistico da incorniciare per la città dei Sassi. Seppur ancora intrappolata nei confini regionali, quella del 2021/2022 può considerarsi sotto un’ottica di rinascita per il calcio biancazzurro. Dopo l’esclusione dai campionati professionistici nel 2019, Matera ha visto un triennio buio in cui però si ponevano le basi per la rinascita.

    Nel 2022 la cittá ritorna in serie D con il Matera Grumentum pronto al cambio denominazione e vince coppa Italia e campionato, approdando in Eccellenza con il Matera CDS fresco della vittoria nello spareggio contro il Tricarico.

    Matera quindi che si riaffaccia prepotentemente al calcio con due squadre ambiziose. Alcune voci parlano di un prossimo incontro tra i due sodalizi per un eventuale collaborazione. Il futuro tuttavia vede per il campionato 2022/2023 una squadra in serie D ed una in Eccellenza.

    Sono ancora lontani i fasti del Matera che sfiorava la B e che vinceva a Salerno, Lecce, Reggio Calabria ma qualcosa ora è finalmente tornata visibile ai tifosi: la voglia di tornare protagonisti.

    il goal di Ugone nello spareggio contro il Tricarico
  • PROMOZIONE: Scanzano Jonico vince a Potenza e approda in cadetteria

    Alla fine di una turbolenta finale playoff dove ci sono stati disordini tra tifosi dello Scanzano e potentini presenti per vedere il Cittadella Potenza, i materani portano a casa il pass per il salto di categoria.

    La rete di Musaku porta gli jonici in Promozione a termine di un campionato intenso dove lo Scanzano ha schiacciato l’acceleratore e raggiunto il traguardo facendo da seguito al Maratea.

    Rabbia e sconcerto nell’ambiente jonico per quanto accaduto al Viviani che poco ha a che vedere con il calcio.

  • PROMOZIONE PLAYOFF: tutto pronto al XXI Settembre

    Si è tinto di biancazzurro il glorioso stadio XXI Settembre che solo pochi anni fa vedeva sfumare per un soffio la serie B ai calci di rigore contro il Como di Ganz junior.

    Domani il Matera CDS cercherá di seguire le orme del Matera Grumentum e regalare alla città un’altra promozione che per Matera potrebbe essere un vanto di rinascita dopo anni di oblio a seguito del fallimento dai professionisti.

    Non sono esclusi contatti tra le due società materane ma l’ostacolo si chiama Tricarico. Nel centro basentano l’entusiasmo è a mille ed è auspicabile che domani in curva nord siano presenti oltre un centinaio di tifosi rossoblù.

    La grossa defezione per gli uomini di Armento si chiama Soldo. Peserà come un macigno infatti l’assenza per squalifica del capocannoniere del campionato, ingenuamente espulso contro il San Cataldo.

    Sarebbe stata una sfida intrigante tra il tricaricese e Grittani ,quest’ultimo tornato a segnare in finale di coppa contro il San Cataldo per due volte.

    Il riferimento avanti rappresentato da Soldo è un punto saldo avendo il bomber rossoblù, qualità fisiche che fanno reparto da sole.

    Un Tricarico “spuntato” avanti quindi e,con la vittoria come unico risultato consentito, sarà d’obbligo schierare un assetto offensivo con il probabile tridente Di Nella-Okoye-Kebbeh

    Matera che potrà contare sulla coppia Grittani-Serralvo e sul vantaggio dei due risultati su tre essendo arrivato secondo in campionato. Oltre al fattore campo naturalmente.

    Interessante anche la sfida tra i due portieri, il biancazzurro Puttim, il meno battuto del campionato e il numero 1 tricaricese Muth subentrato a campionato in corso e grande protagonista della semifinale contro il San Cataldo.

    In campionato finí a reti inviolate all’andata sul neutro di Grassano con il Matera che giocò in 10 tutto il secondo tempo e che fallí un goal incredibile al 90′ con Lovecchio. Nel primo tempo era stato proprio Puttim a salvare il risultato con due interventi prodigiosi.

    Al ritorno il Matera si impose per una rete a zero grazie al goal di Angelastri in una partita che vide un predominio territoriale tricaricese che non riuscì però mai a impensierire la difesa biancazzurra. Materani invece cinici e anche spreconi avendo fallito almeno tre occasioni nitide dalle parti di Muth.

    Domani la posta in palio sarà fondamentale. Le tre promozioni stabilite non sono più una garanzia in quanto Lavello e Rotonda sono entrambe in zona playout e domani si affrontano in un derby da incubi.

    Sará dunque una finalissima senza esclusione di colpi che , ci duole dirlo perché entrambe meriterebbero il salto di categoria, potrebbe estromettere una delle due. Chi vince va in Eccellenza quindi.

  • ECCELLENZA PLAYOFF: Vultur-Angri. Il DG Remo Luzi presenta la gara

    Domenica al Corona arriva la corazzata Angri e per il Vultur Rionero, fresco del passaggio del turno sofferto contro il Melfi, sarà un banco di prova di quelli proibitivi. I bianconeri cercheranno di sfruttare il fattore campo consci di trovarsi difronte ad una squadra che ha vinto il girone C dell’Eccellenza campana e che ha visto sfumare la D diretta due volte ai calci di rigore contro Palmese e Puteolana.

    Abbiamo raggiunto ai nostri microfoni il Direttore Generale dell’Angri, Remo Luzi che ci ha fatto il punto sulla situazione in casa grigiorossa:

    “Sicuramente c’è amarezza per un obiettivo che ci é sfuggito in maniera incredibile,ma
    Il calcio é così.
    Ora ci stiamo preparando al prossimo impegno consapevoli della nostra forza
    .

    Abbiamo preparato la gara di Rionero come abbiamo fatto sempre contro qualsiasi avversario,con determinazione e massima concentrazione.

    Dovremo fare a meno del nostro centrocampista Vitiello,squalificato per doppia ammonizione.
    Aspettiamo conferma per il numero di biglietti per i nostri tifosi,qualsiasi sarà la capienza sicuramente la riempiranno.”

  • PLAYOFF E Mister Silletti fa il punto su Vultur-Angri,Matera-Tricarico e sul derby di serie D.

    Mister Pietro Silletti si è dimostrato attento studioso del calcio lucano, vedendoci lungo sulla giornata calcistica precedente che ha delineato un quadro chiaro con le due finalissime da giocarsi rispettivamente il 22 Maggio (Promozione) e 29 Maggio (Eccellenza).

    Ai nostri microfoni il mister lucano, attualmente nello staff di una società veneta di serie D girone C e in cerca di nuova squadra e con la volontà di ritornare ad allenare una piazza del sud , ci fa il punto su Vultur-Angri e Matera-Tricarico:

    “Per quanto riguarda Vultur -Angri, direi che si affrontano tra le squadre che nei rispettivi campionati han fatto quasi gli stessi gol (oltre 70) con l’Angri che ne ha subiti solo 17! Arriva sicuramente in forma e con un tris d’attaccanti da 50 gol e da vincitore del girone C dell’Eccellenza campana.
    Il Rionero potrà sfruttare la prima gara in casa,ma occhio, perchè l’Angri fuori casa non conosce sconfitte, capace di vincere 11 su 13. Partita da tripla.

    Matera -Tricarico, direi che il Matera,vista anche la posizione finale in campionato possa essere leggermente in vantaggio! La vittoria in coppa ha alzato sicuramente il morale!
    Sarebbe stata una bella sfida tra i due bomber Soldo-Grittani ma la squalifica di Soldo si fará sentire nella fase d’attacco tricaricese.

    Mi soffermerei anche sul derby dell’ultima giornata di serie D girone H data l’importanza.

    Lavello -Rotonda sarà una partita “tirata”. Peccato arrivare all’ultima giornata con qst scontro diretto che decreterà solo la miglior posizione in ottica playout e sperando non ci sia un’ulteriore scontro tra le due. Dispiace molto per le due lucane. ll rotonda e’ stato molto bravo a recuperare l’handicap iniziale e,sinceramente,pensavo,si salvassero direttamente!
    Il lavello ha lottato anche per altre posizioni fino a qualche mese fa,adesso si ritrova ai play out! Ci sarà da capire se riuscirà a tramutare le energie da prime posizioni, nella lotta per non retrocedere!
    Forse il Rotonda è più abituato a questo tipo di partite!”

  • PROMOZIONE PLAYOFF: cresce la febbre da finalissima. Chi vince è in Eccellenza

    Gara da brividi quella di scena domenica 22 Maggio al XXI Settembre di Matera tra il Matera CDS e il Tricarico. Una sola tra le due staccherà il pass diretto per l’Eccellenza perché la terza eventuale promozione dipenderà solo dai verdetti della serie D e da eventuali colpi di scena delle lucane di C. Se tutto dovesse andare per il verso giusto, sia Matera che Tricarico potranno raggiungere l’ Angelo Cristofaro nella massima serie regionale ma al momento conta solo assicurarsi un posto sicuro garantito dalla vittoria della finale.

    Due percorsi diversi, quelli di Matera CDS e Tricarico. I primi, padroni assoluti del campionato nel girone di andata, hanno bruscamente rallentato il passo perdendo qualità nell’organico e cambiando clamorosamente lo staff tecnico iniziale, facendosi beffare in maniera rocambolesca e forse un po’ingenua il primato dai biancoverdi di Oppido Lucano. La vittoria della Coppa Italia di categoria sembra aver ridato linfa vitale ai biancazzurri ora chiamati all’appuntamento più importante della stagione.

    D’altro canto il Tricarico ha iniziato il campionato con una rosa incompleta stentando nella prima parte e accumulando svantaggio dalle battistrada Matera e Oppido. Poi il DS Glauco Orsellini e il presidente Vito Pianelli sono riusciti a puntellare la squadra nei ruoli chiave e il cambio passo è stato evidente. Per tutto il girone di ritorno, il Tricarico è stata la squadra più in forma del torneo accumulando punti che, al netto della classifica del girone di ritorno, sono stati da primato. Il terzo posto tuttavia ha imposto ai rossoblù la semifinale sofferta contro il San Cataldo ma l’obiettivo è stato raggiunto.

    Domenica quindi sarà battaglia sportiva nel rettangolo verde, dove i materani partiranno dal doppio risultato utile in proprio favore. Al termine dei 90′ in caso di pareggio si disputeranno i tempi supplementari che decreteranno il vincitore. Se il risultato dovesse rimanere pari, in Eccellenza ci andrà il Matera CDS in virtù del secondo posto in campionato.

    Ma le recenti Montescaglioso-Melfi, Vultur-Melfi , Real Tolve-Moliterno e Tricarico-San Cataldo ci insegnano che la squadra ospite, in questo tipo di gare, non va in gita ma vende cara la pelle.

    Quindi la parola al campo.

    Previsto un afflusso di spettatori numeroso sia da parte materana che ospite.

  • PROMOZIONE PLAYOFF: Tricarico-San Cataldo 1-1 dts. Pari che porta Tricarico in finale

    Ci sono voluti 120′ di gioco per decretare la finalista che sfiderà domenica 22 Maggio al XXI Settembre il Matera CDS.

    Il Tricarico, in un Carbone pieno come non si vedeva da tempo, ha ragione del San Cataldo con qualche sofferenza di troppo. Ma si sa in queste gare,oltre a subire la pressione è soprattutto la squadra ospite a dover dettare i ritmi in quanto la vittoria è l’unico risultato possibile. Tuttavia il risultato poteva essere anche più ampio ma l’importante era approdare in finale. L’espulsione di bomber Soldo, capocannoniere nel torneo di Promozione e che salterà la finale di domenica prossima, è l’unica nota negativa di questa giornata che ha visto trionfare gli uomini del presidente Pianelli difronte al proprio pubblico che ha risposto presente in massa.

    Primo tempo abbastanza equilibrato, al 7′ Amato da sinistra pennella al centro, Soldo prima e poi Okoje non riescono a ribadire in rete. Al 17′ il San Cataldo risponde con D’Andrea che approfitta di un’ incertezza difensiva dei padroni di casa, calcia a colpo sicuro ma Muth si esalta con un grandissima parata. Al 21′ arriva la risposta dei tricaricesi con Chessa che ci prova su punizione ma Della Croce senza rischiare, mette in corner.
    Al 25′ è sempre Della Croce a negare il vantaggio al Tricarico su diagonale di Touray. Al 36′ grande tiro da fuori aria di Villano ma l’ estremo difensore argentino Muth vola e mette sopra la traversa. Al 39′ azione personale di Soldo che mette al centro per Okoje che di testa manda fuori.
    A 3 minuti dalla fine del primo tempo il Tricarico passa in vantaggio. Cocina tocca la palla con un braccio in area piccola e il direttore di gara indica il dischetto. Dagli 11 metri l’allenatore giocatore Armento, trasforma con freddezza e porta il Tricarico sull’ 1-0 all’ intervallo.
    Al 55′ Armento su punizione sfiora il raddoppio, ma la parabola finisce pochi centimetri sopra l’incrocio.
    Al 73′ Vaccaro da calcio d’angolo disegna una traiettoria vincente che Cocina, lasciato incolpevolmente solo sul secondo palo sigla di testa la rete dell’ 1-1.
    Al 80′ Kebbeh a tu per tu, tira il pallone sull’ estremo difensore ospite
    Si va ai supplementari, dove al 1′ del primo tempo Soldo in contropiede calcia a tu per tu con Della Croce ma la palla si stampa sulla traversa. Passano 5′ e lo stesso Soldo su assist di Touray si gira su se stesso e manda fuori di poco.
    Al 110′ Cocina a gioco fermo colpisce Soldo, che ingenuamente reagisce, e il Direttore di gara estrae il cartellino rosso inspiegabilmente tra le polemiche dei padroni di casa solo al capocannoniere del campionato.
    Al 119′ D’Angelo (migliore in campo insieme a Touray), su azione personale viene atterrato da Nardiello, e il direttore di gara assegna un altro rigore per il Tricarico.
    Dagli 11 metri Armento spiazza Della Croce ma il pallone si stampa sulla traversa,
    e sul proseguo dell’azione Daraio colpisce il palo.
    Finisce 1-1, con il Tricarico che vola in finale. Affronterà domenica 22 Maggio allo stadio XXI Settembre a Matera, il Città dei Sassi.

  • ECCELLENZA PLAYOFF: Vultur Rionero-Melfi 2-2 dts. Bianconeri sfideranno l’Angri

    Vultur Rionero costretto a rincorrere due volte il caparbio Melfi che per poco non è riuscito nell’impresa di portare a casa la qualificazione. La differenza l’ha fatta il giocare in casa.

    Melfi spregiudicato e arrembante passa con Suriano ma si fa raggiungere da Grieco.

    I 90′ finiscono in parità e si va ai supplementari. Ancora il Melfi a passare. Pattini fa sognare i gialloverdi ma a riportare Rionero agli spareggi nazionali ci pensa Toglia.

    Gara giocata senza pubblico ospite per via del divieto di trasferta imposto ai tifosi melfitani.

    Vultur che incontrerà la corazzata Angri nella semifinale playoff nazionali.